Italian English French German Portuguese Romanian Russian Spanish
Capitolo I Capitolo II Capitolo III Capitolo IV Capitolo V

 

anni ”20 

il periodo del jazz

una moda giovane, gli abiti sono corti, capelli raccolti a chignon con uso di cappelli molto ampi, lunghi pendagli (orecchini) e volumi asimmetrici con lunghe fusciacche.

 

anni ”30

Gli abiti si fanno più morbidi e fascianti, le gonne si allungano sotto il ginocchio di giorno e fino alla caviglia la sera. rimane di tendenza degli anni passati il tailleur pantalone come capo elegante.

 

anni ”40

Dior, diffonde la moda del New Look, caratterizzata dall’immagine di una donna con una vita sottile e un corpetto attillato, che valorizza il seno e i fianchi, inoltre si amplia e si abbassa l’orlo della gonna, grazie ai tagli ingegnosi del tessuto e propone un nuovo stile che si sostituisce alle giacche squadrate, alle spalle evidenti e alle gonne a tubo.

 

anni ”50

E’ la moda di Hollywood. 
In riferimento alle dive americane,che indossavano gonne a ruota,in cui si mette in evidenza il punto vita, con cinture colorate, completando l’immagine con una camicia bianca o a pois,un ulteriore tocco di colore può essere donato da un foulard elegantemente legato al collo,ai piedi indossavano delle semplici ballerine e acconciavano i capelli con una semplice coda di cavallo che mettava in piena evidenza una frangetta liscia e di media lunghezza.

anni ”60

E’ la moda Unisex
Pierre Cardin è stato un genio della moda, celebre per il suo stile lineare, e avveniristico. Fu il primo ad inventare questo genere di vestiario, uniformando lo stile per uomini e donne, nel rispetto delle tipiche ideologie anni Sessanta.
Ma fu, soprattutto, un rivoluzionario del marketing, con la dimostrazione che la moda, oltre ad essere un processo creativo, può diventare un vero business.

capitolo4 costumista2

CONSIGLI UTILI DA INDOSSARE PER LE DIVERSE MORFOLOGIA

Donne basse e minute
Per chi è bassa e minuta ogni scelta di look deve essere fatta per slanciare la figura.
Anche se andate matte per le cinture alte e rigide, sarebbe meglio scegliere quelle basse e sottili, che slanciano la figura.
Il suggerimento è di giocare sul contrasto: di vernice, colori appariscenti, strass e borchie. Oppure cintura sottile con un volume di chiusura, che sottolinea ancora una volta il vostro punto vita.
COSA?
• Colori vivaci
• Stampe audaci
• Materiali corposi
• Accollature elaborate
• Gonne dritte
• Gonne a vita alta
• Shorts
• Pantaloni a zampa
• Pantaloni a sigaretta
• Cinture
• Tacchi
Donne magre
Un consiglio per le donne magre: evitate il nero, snellisce e non vi farebbe un favore. Le donne molto magre sono fortunate per una cosa: possono osare tutte le stampe e i colori vivaci che vogliono!Le ragazze magre amano spesso indossare i jeans aderenti, principalmente perché possono permetterselo. Eppure è bene non esagerare, quando si è molto sottili: un paio di pantaloni a sigaretta è molto meglio, per non parlare di quanto sia molto più chic. I pantaloni a zampa sono comunque una buona idea, se amate il genere: accentuano l'attenzione sulla parte bassa delle gambe, minimizzando dei fianchi forse troppo piatti. Vestirsi a strati è molto consigliato soprattutto perché aggiunge volume dove serve. E poi nelle stagioni fredde fa anche comodo...
La lana, la pelle, e tutti i loro simili sono adatti, dosando bene i materiali e non creando troppi mix! Insomma, anche a voi donne magre…..controllatevi!
Gonne: Le gonne a trapezio aggiungono volume a fianchi stretti, ma tendono anche a sottolineare una vita troppo sottile, per cui usatele con parsimonia. Le gonne dritte, strette lungo tutta la figura, magari a vita alta, sono forse le più indicate, perché sottolineano la magrezza senza concentrarsi su un punto soltanto. Per quanto riguarda le minigonne, ovviamente sono indicate se volete puntare sulle gambe, ma scegliete quella giusta se oltre che molto magra siete anche minuta!
Pantaloncini (shorts): Che voi siate minuta o alta, gli shorts vi doneranno.
Le giacche servono per attenuare dei "difetti", tra cui, appunto, un seno grande.
Una giacca ben strutturata, magari con delle spalline non eccessive, può per esempio riequilibrare la vostra figura, dandovi anche un'aria molto importante. Se siete magre e avete una figura con poche curve, una cintura posizionata sulla parte più sottile del corpo può aiutarvi a creare delle curve.
Le cinture sottili, contrariamente a quanto potreste pensare, fanno un gran lavoro anche se non sembra, per cui non esagerare con cinture appariscenti.

ABBINAMENTO COLORI PER IL VISO

La lezione più importante da imparare riguarda i colori, pur essendo la più importante è la più lenta da imparare.
Ci vorrà esperienza per scegliere tonalità giuste, non accostare blu diversi e semplicemente imparare a non lasciarsi governare dalla moda, ma formare un proprio gusto seguendo dei ragionamenti.
Per questo motivo quando dobbiamo scegliere i colori da indossare sono tanti i temi da trattare: come accostarli e quindi quali stanno bene tra loro; quali tonalità donano a ciascun tipo di carnagione e colore di capelli; quali colori scegliere per le varie parti del corpo; e l’ultima e più trascurata, quanti colori si possono indossare contemporaneamente. Come capire quali colori ci donano e quali no? La regola principale quando si compra qualcosa è accostare il colore al viso e vedere che effetto fa.
Se non notiamo differenza nel colorito non dovrebbero esserci problemi, se invece sembriamo più pallide e malaticce è evidentemente un colore che non ci dona. Questa regola è da applicare con maggior rigore se si tratta di un capo che indosseremo vicino al viso, come una maglietta, una sciarpa, ma anche se compriamo una gonna estiva che lascia le gambe scoperte. Il guaio è che la moda ci propone un colore diverso ogni due anni, quindi non siamo sempre liberi di scegliere tra una vasta gamma, per un po’ per esempio che non è andato di moda il rosa chiaro, e si faceva fatica a trovare qualcosa di quel colore.
Invece per due anni non abbiamo visto altro che viola.

Prenota il libro

prenota libro

 Prenota il mio libro

Lookmaker Academy

lookmaker academy calendario 2017 1 1

Lookmaker Academy - Scopri il calendario dei corsi 2017

Salone Monteverde

salone monteverde giuliano

Seguendo le orme del padre Maurizio, Giuliano Gioacchini, abile e giovane Lookmaker apre con successo il suo salone a Roma nel quartiere Monteverde.

Lookmaker in pillole

lookmaker in pillole 1

Lookmaker in pillole, consigli e tecnica spiegati direttamente da Maurizio Gioacchini.

parrucchiere consigli

Per essere un buon parrucchiere, bisogna essere un buon psicologo e un buon osservatore per poter conoscere bene la cliente nei suoi gusti.

truccatore consigli

Cosmetico deriva dal Greco Kosmetikos, che signica “ornativo” e la parola trucco da un antichissimo vocabolo dialettale della Provenza che identica una frode od inganno.

costumista consigli

Il costumista lavora spesso in sintonia con il truccatore è la figura professionale che si occupa di curare l’immagine delle persone abbinando abbigliamento ed accessori.

photo gallery

Fotogallery di tagli creati da Maurizio Gioacchini Lookmaker che negli anni ha modellato e curato molte donne dando loro colore e movimento attraverso i suoi stili.

video Gallery

Video ed eventi dove Maurizio Gioacchini Lookmaker nei suoi anni di carriera artistica e professionale nel mondo dello spettacolo e della moda.

vip gallery2

Molti uomini e donne del mondo dello spettacolo hanno scelto di farsi curare la propria immagine a 360 gradi da Maurizio Gioacchini il Lookmaker delle Dive.